Spedizioni gratuite per ordini superiori a 120€

Allevamento

Il nostro è un allevamento da riproduzione e ingrasso a ciclo aperto, ciò significa che tutte le fasi, ovvero dalla nascita alla macellazione avvengono in azienda.

L’allevamento è situato in località Stagli-Nicodemo nel comune di Bianchi (CS) a circa 1000mt di altitudine sui monti della presila, nel cuore della Calabria. L’allevamento di tipo Brado/Semibrado si estende per circa 10ha, internamente chiusi con recinzione esterna in rete metallica e internamente, il perimetro e i settori, sono divisi con recinzione elettrificata.

L’allevamento è suddiviso in diversi settori:

  • Area riproduzione
  • Area Gestazione;
  • Area Parto/Maternità;
  • Area Svezzamento;
  • Area Ingrasso
  • Box quarantena

La Fecondazione avviene in modo naturale ma “controllata”, ossia le scrofe non sono a diretto contatto con il verro ma vengono inserite nel recinto dello stesso (non consanguineo) nei giorni dell’ovulazione, che dura mediamente 48/72 ore e si ripete ogni 21gg. Avvenuta l’inseminazione vengono rilevati i numeri degli oricolari dei riproduttori, per essere poi trascritti sul registro degli eventi. A rilevamento ultimato la scrofa fecondata viene trasferita nell’Area Gestazione della propria banda.

Il periodo di gestazione dura 114gg e 30gg prima del parto viene trasferita nell’Area Parto/Maternità composta da una capannina singola, nella quale vi rimarrà per 60/70gg, sino allo svezzamento della nidiata. Il parto avviene naturalmente senza alcuna assistenza e per evitare la mortalità dei suinetti le capannine, oltre ad essere coibentate, sono munite anche di batti fianco per evitare lo schiacciamento accidentale degli stessi.

Alla fine di questo periodo la scrofa viene allontanata dalla prole e reinserita nell’area fecondazione in attesa del prossimo ciclo. Lo Svezzamento avviene dal trentesimo al quarantesimo giorno, periodo che coincide con la marcatura degli esemplari, i quali possiedono le caratteristiche morfologiche per essere iscritti nel Registro Anagrafico dell’ANAS.

I suinetti invenduti e quelli non iscritti, vengono inseriti nell’Area Ingrasso sino alla macellazione (14/17 mesi). L’alimentazione per i riproduttori è esclusivamente a base di mangimi selezionati per età e tipologia. Per quanto riguarda l’ingrasso, trattandosi di allevamento allo stato brado, l’alimentazione è del tutto naturale, integrata con granaglie bilanciate nei soli periodi di non produttività del bosco e sottobosco.

Essendo un allevamento allo stato semibrado, parte dell’alimento viene procurato autonomamente dai suini liberi di girare e grufolare. In alcune fasi dell’allevamento (es. allattamento) e in alcuni periodi dell’anno non essendo il pascolo sufficiente viene somministrato alimento prodotto in buona parte in azienda, alcuni ettari della superficie aziendale sono infatti destinati alla semina di vari cereali da granella che entrano a far parte dell’alimentazione dei suini.

I principali elementi che caratterizzano la nostra filiera agroalimentare sono la rintracciabilità del prodotto e il rispetto degli standard igienico-alimentari. I nostri capi sono tutti nati e cresciuti sul territorio aziendale e le loro carni vengono lavorate e trasformate in un moderno impianto. La produzione di salumi tipici calabresi avviene attraverso un processo controllato e certificato: dalla macellazione, al sezionamento, alla stagionatura.

Il piccolo salumificio sorge all’interno e al centro della nostra azienda. E’ adibito ad area di sezionamento, stagionatura ed affinamento. Alla modernità della struttura si associa l’utilizzo di tecniche antiche e di budelli rigorosamente naturali, che garantiscono una stagionatura ottimale, in questo modo si uniscono e si fondono progresso e tradizione, per favorire la nascita di prodotti genuini, dal sapore unico.